verifica tramite il numero di telaio se la tua auto rientra tra le auto coinvolte

 

 

Vogliamo scrivere dell'argomento per fare chiarezza su cosa c'è realmente dietro alla vicenda e se di danno si tratta, come i proprietari di auto coinvolti nella maxi truffa posso uscirne indenni.

Questo articolo risponderà a domande come:

Chi è il Gruppo Volkswagen?
Cos'è lo scandalo Diesel Gate?
Quali sono i veicoli coinvolti?
Cos'è il Filtro antiparticolato, il FAP o il DPF?
Un veicolo dotato di FAP può circolare senza il FAP o DPF, ci sono conseguenze?
E' possibile ripristinare la centralina ai valori di fabbrica?

 

Noi siamo RDP Ricambi e rettifiche motori, da anni operiamo nel settore della micro meccanica e forniamo consulenza tecnica specializzata anche alle case automobilistiche,  siamo in diretto contatto con le problematiche dei motori e spesso le officine meccaniche si rivolgono a noi per effettuare modifiche a parti motore, per ovviare a problemi di fabbrica.

 

Ma torniamo al noto gruppo automobilistico Volkswagen a cui fanno capo diversi altri marchi noti. Il Gruppo Volkswagen detiene la proprietà delle seguenti società:
- Audi Il 99,55% è di proprietà della Volkswagen AG. È stata acquistata dalla Daimler-Benz nel 1964.
- Lamborghini Il 100% è di proprietà dell'Audi. È stata acquistata nel 1998.
- Italdesign Giugiaro Il 90,1% è di Automobili Lamborghini Holding,controllata dalla società Audi AG, nel 2010.[4][5].
- Ducati Il 100% è di proprietà di Lamborghini. È stata acquistata nel 2012.
- Bentley Il 100% è di proprietà della Volkswagen AG. È stata acquistata nel 1998
- Bugatti Il 100% è di proprietà della Volkswagen AG. La Bugatti Automobiles SAS è stata creata dopo l'acquisto del marchio "Bugatti" nel 1998
- Porsche Il 100% è di proprietà della Volkswagen AG dal 2012.
- SEAT Il 100% è di proprietà della Volkswagen AG dal 1990.
- Škoda Auto Di proprietà del gruppo dal 1991 (dal 2000 al 100%).
- Volkswagen Auto Il marchio fondatore del gruppo
- Volkswagen Veicoli Commerciali Ha iniziato le operazioni indipendentemente nel 1995
- Scania AB Acquistata nel 2008 diventando così il nono marchio del gruppo. 70.94% dei diritti di voto il 30 novembre 2009.
- MAN SE Acquistata nel 2011 diventando così il decimo marchio del gruppo. 55,9% dei diritti di voto il 4 luglio 2011.
fonte https://it.wikipedia.org/wiki/Volkswagen_Aktiengesellschaft

Parliamo quindi di un gruppo ormai affermato e consolidato nel mondo. E' un gruppo economicamente forte che detiene oltre il 10% del mercato mondiale, è sicuramente il primo gruppo automobilistico al mondo su circa 110 case automobilistiche affermate. (dati 2014)

Nonostante questi numeri, a Settembre 2015 viene svelata una notizia che getta la Volkswagen in uno scandalo denominato "Diesel Gate", inutile dire del danno d'immagine e quindi di quello economico che ne scaturità in maniera diretta ed indiretta.

Lo scandalo è nato dopo che il gruppo Volkswagen con un'operazione di mercato, molto ambiziosa, voleva irrompere anche nel mercato americano con i suoi veicoli. Fin qui tutto a posto, se non fosse per il fatto che le auto dichiarate EURO 5, quindi a basso impatto inquinante, in realtà grazie ad un software istallato sulla centralina dell'auto in fase di test di collaudo producevano i dati necessari all'omologazione, mentre in realtà di fatto erano auto inquinanti, molto più di quello che si dichiarava sul libretto di circolazione.

 

Lo scandalo esplode dopo che dei ricercatori americani scoprirono, dopo vari controlli incrociati, che le motorizzazzioni in questione del gruppo VAG (Volkswagen Audi Group), quindi anche le minori Seat & Skoda, non erano conformi ai limiti di emissione di particolato. 

 

Ma la commissione automobilistica Americana molto rigida e severa, a differenza di altre, ha subito accertato la grande differenza di valori ed ha non solo fermato la produzione per l'America ma ha annunciato una multa di oltre 18 miliardi di dollari.

Ora le vicende legali sono ancora in via di svolgimento, ma la cosa più grave è che ad essere coinvolti in questa che possiamo definire una colossale truffa, sono circa 11 milioni di auto che dovranno rientrare in fabbrica ed essere riprogrammati o riassemblati con sistemi richiesti dalla legge in vigore.

 

Il rischio più grande è che coloro che avevano acquistato l'auto avendo come prerogativa principale l'EURO 5, quindi un'auto a basso impatto ambientale, si troveranno ad avere auto più vecchie con alto livello inquinante, per cui penalizzate anche nelle zone a circolazione limitata(ZTE).

 

PER CAPIRE SE LA TUA AUTO E' UNA DI QUELLE CHE DEVE ESSERE RITIRATA, ALLEGHIAMO DEI COLLEGAMENTI ALLE RISPETTIVE CASE AUTOMOBILISTICHE, CHE A DIRE LA VERITA' SI SONO SUBITO ATIVATE PER PORRE RIMEDIO. ANDANDO SUI RISPETTIVI COLLEGAMENTI SARA' RICHIESTO DI EFFETTUARE LA VERIFICA DA LIBRETTO, TRAMITE NUMERO DI TELAIO:
Volkswagen : http://info.volkswagen.com/it/it/home?tab=check-own-car
Audi : http://www.audi.it/it/web/it/modelli/layer/interventi-manutenzione-service.html
Seat : http://www.seat.com/owners/diesel-engines/vin-number.html
Skoda : http://www.skoda-auto.it/customer-information/

 

Tutto gira intorno alle normative antinquinamento in vigore sia in Europa che negli Stati Uniti d'America, stabiliti dal protocollo di Kyoto. Norme molto stringenti, difficili da rispettare, quindi desiderando avere un motore potente a bassi regimi di rotazione, che sviluppi una coppia motrice soddisfacente, come succede per i 2.0 TDI ed i 1.6 TDI, hanno pensato bene di raggirare l'ostacolo normativo con uno strataggemma elettronico, visto che meccanicamente non siamo ancora riusciti ad ottenere, motori potenti, economici e soprattutto green.

Tanto di cappello per l'ingegno tecnologico, ma se ci sono regole vanno rispettate.

Perchè queste regole? Perchè i motori Diesel, data la natura del tipo di carburante hanno una naturale emissione di scarico particolarmente ricca di particelle inquinanti. In molti paesei e città, ad esempio non è più consentito l'utilizzo di auto diesel, per questo motivo. Alcune città ad esempio sono Londra e Parigi, che hanno ridotto drasticamente la circolazione di auto a gasolio in centro città.

 

grafico esplicativo sul sistema antiparticolato

Per questo si è reso necessario montare un filtro denomiato Filtro antiparticolato, che insieme ad un sistema denominato con l'acronimo di FAP o DRF, risuce di moltissimo le polveri sottili.

Il filtro antiparticolato si distingue in due tipologie:

- il FAP(Filtre  Particules) che è un brevetto Francese di Citroën e Peugeot;

- il DPF (Diesel Particulate Filter) adottato dalla maggioranza delle case costruttrici.

In cosa differiscono? Il filtro antiparticolato, ha il compito di bloccare al suo interno piccole particelle, residuo della combustione del gasolio. I sistemi FAP e DPF hanno il compito di ripulire il filtro quando è saturo di particelle. Un filtro antiparticolato otturato, non consentirebbe piu il funzionamento del motore, perche sarebbe come mettere un tappo alla marmitta di scarico, il motore si spegnarebbe in pochi secondi.

Sia il FAP che il DRF, permettono al filtro di auto pulirsi con un processo chiamato "Rigenerazione" e consiste nel portare a circa 600/700° l'interno del filtro per far si che le particelle intrappolate si distruggano. Questa operazione viene eseguita in modi diversi tra FAP e DPF.

Il FAP utilizza un'additivo chiamato CERINA, che ha il compito di depositarsi all'interno del filtro e d'innescare attraverso l'aumento della temperatura, "la Rigenerazione" del filtro antiparticolato.

Il DPF invece usa la post iniezione. Cioè recupera parte del gasolio incombusto nella camera di combustione, riutilizzandolo all'interno del filtro antiparticolato ed innescado l'alzamanto della temperatura per "la Rigenerazione" del filtro antiparticolato.

 

Fatto importante è che il filtro antiparticolato crea stress notevole al motore, a volte creando anche danni gravi allo stesso. Per questo, va effettuata una manutenzione periodica presso centri specializzati come il nostro. E' buona regola verificare il corretto funzionamento di tutti i tipi di filtri dell'auto.

 

particolare di un filtro ceramico di un filtro antiparticolato

 

Con questo vogliamo rispondere ai tanti che ci chiedono di eliminare il Filtro antiparticolato e/o effettuare modifiche al software della centralina.
Il nostro centro e le officine convenzionate dispongono di attrezzatura specializzata, in grado di fare di queste modifiche. In genere operiamo in questa direzione per ripristinare i valori originali di fabbrica precedentemente effettuati da meccanici poco esperti o maldestri.

Essendo anche sponsor di scuderie sportive, possiamo operare di queste modifiche, aumentando i cavalli motori e le prestazioni motoristiche, ma sempre in un contesto sportivo e regolamentato dagli organi sportivi.

E' importante sapere che l'eliminazione del FAP o DFR, aumenta le prestazioni dell'auto, ma aumenta anche la quantità di particolato introdotto nell'aria, producendo un livello inquinante molto al di sopra della norma. Per maggiori informazioni sul filtro anti particolato clicca qui.

Non molti sono a conoscenza che il livello d'inquinamento di particolato introdotto nell'aria è tale da indurre le forze dell'ordine al fermo del veicolo e un verbale che si risolve con una denuncia penale per danni dell'ambientali.

Per cui la circolazione senza sistema di filtraggio, è fortemente sconsigliata ed è bene adeguare al più presto, il proprio motore. A tal proposito, sappiate che le nostre officine sono in grado di ripristinare in brevissimo tempo il software originale, della centralina, riportandolo a valori previsti nel libretto. 

Le nostre officine sono attrezzate con il MAGPRO2 x17 della Magic Motorsport, strumento professionale che utilizziamo per riprogrammare le centraline motore.

 

COSA DEVO SAPERE?

Che se ho eliminato DPF o PAF o la mia macchina e stata manomessa, non posso recarmi in concessionaria ad effettuare il richiamo, qual'ora rientrassi tra le auto che devono ricevere gli aggiornamenti dalla fabbrica.


Le case automobilistiche offrono la propria assistenza gratuita a condizioni che lo stato dell'auto non risulti manomesso, per questo consigliamo di fare una verifica presso il vostro meccanico di fiducia o presso una delle nostre officine, prima di recarvi in concessionaria.

schermata dell'intefaccia del nostro  MAGPRO2 x17 della Magic Motorsport,

articolo realizzato da Gerardo De Prisco in collaborazione con Gerardo De Maio

... Non ci sono Commenti.

Pagina  1 di  0

Scrivi un Commento

Il modulo dei commenti consente di esprimere un'opinione diretta del contenuto. Per questo è necessario inserire un nominativo e l'email (l'email non verranno publicate ma sono necessari per eventuali informazioni sul contenuto del commento).
Ci riserviamo di filtrare commenti privi di contatti e/o di cattivo gusto.

CODE - antispam
Ripetere il CODE