dettaglio interno della parte ceramica di un filtro antiparticolato

 

 

 

 

Il filtro antiparticolato ha il compito di bloccare al suo interno piccole particelle, residue della combustione del gasolio.

Il filtro antiparticolato si distingue in due tipologie:

- il FAP ( Filtre à Particules) brevetto francese di Citroën & Peugeot;

- il DPF ( Diesel Particulate Filter ) adottato dalla maggioranza delle case costruttrici.


In cosa differiscono?
Nella metodologia di autopulirsi. In pratica un filtro antiparticolato, durante il suo esercizio tende ad otturarsi, perchè cattura tutte le particelle prodotte dalla combustione. Si rende necessario che avvenga una regolare autopulizia, altrimenti il motore non potrebbe piu a funzionare. Sarebbe come se venisse otturata la marmitta di scarico ed il motore si spegnerebbe in pochissimi secondi.

L'autopuluzia e chiamata "Rigenerazione" e consiste nel portare a circa 600/700° l'interno del filtro. L'alzamento della temperatura incenerisce le particelle intrappolate e libera il filtro antiparticolato, pronto per un altro processo di filtraggio.

Questa processo di "Rigenerazione" viene eseguita in modi diversi tra FAP e DPF.


Il FAP distrugge il particolato, utilizzando un'additivo chiamato CERINA, il quale ha il compito di depositarsi all'interno del filtro ed'innescare la rigenerazione del filtro antiparticolato.


Il DPF invece usa le post iniezione. Cioè recupera parte del gasolio non bruciato in camera di combustione, depositandolo all'interno del filtro antiparticolato ed innescando l'innalzamanto della temperatura che poi produce la rigenerazione del filtroantiparticolato.

E' importante sapere che il filtro antiparticolato crea stress notevoli al motore, a volte creando danni gravi allo stesso.

Per questo consigliamo la manutenzione periodica.

E' buona regola verificare il corretto funzionamento di tutti i tipi di filtri dell'auto. I filtri sono progettati per il funzionamento ottimale del motore, oltre a garantire una qualità dell'ambiente.

Per saperne di più su una manutenzione periodica presso centri specializzati come il nostro, non esitare a contattarci tramite il nostro modulo contatti.

I centri specializzati sono in grado di effettuare:

- il lavaggio a freddo, senza smontare il filtro dall'auto;

- la sostituzione con cartuccia nuova e certificata e la relativa riprogrammazione in centralina;

- l'operazione di Tuning. Aumentare le prestazioni e diminuendo i consumi, apportando incrementi di potenza dove desiderato. (quest'ultima operazione è sotto la responsabilità del proprietario dell'auto, che si assume ogni onere)

Le nostre officine dispongono di attrezzatura e software come il MAGPRO2 x17 della Magic Motorsport, strumento professionale che utilizziamo per riprogrammare le centraline motore.

Per qualsiasi chiarimento sull'argomento chiedici pure saremo ben lieti di rispondere e ricondividere se necessario le domande.

grafico esplicativo del sistema antiparticolato

 

 

Alcune sezioni di un filtro antiparticolato arrivato in manutenzione. Le foto sono state scattate con speciali telecamere con sonda che ci permettono di fare un'ispezione del motore come avviene in chirurgia laparoscopica

visione interna di un filtro antiparticolato tramite camera sondino sezione di un fap, particolare della cerina dettaglio di un fap

articolo realizzato da Gerardo De Prisco in collaborazione con Gerardo De Maio

... Non ci sono Commenti.

Pagina  1 di  0

Scrivi un Commento

Il modulo dei commenti consente di esprimere un'opinione diretta del contenuto. Per questo è necessario inserire un nominativo e l'email (l'email non verranno publicate ma sono necessari per eventuali informazioni sul contenuto del commento).
Ci riserviamo di filtrare commenti privi di contatti e/o di cattivo gusto.

CODE - antispam
Ripetere il CODE